Introduzione all’editor di Godot

Questo tutorial vi guiderà attraverso l’interfaccia di Godot. Vedremo le schermate di Gestione Progetti, docks, spazi di lavoro e tutto quello che c’è da sapere per iniziare a usare Godot.

Gestore di Progetto

Quando lanci Godot, la prima finestra che vedi è il gestore di progetto. Siccome non hai progetti, comparirà un popup che ti chiederà se vuoi aprire la libreria degli asset. Per ora clicca cancella, ci daremo un occhiata successivamente.

../../_images/project_manager_first_open.png

Ora dovresti vedere il Gestore dei Progetti. Esso ti permette di creare, rimuovere, importare o giocare i vari progetti.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_01.png

Nell’angolo in alto a destra vedrai un menù a tendina per cambiare la lingua dell’editor.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_02.png

Dalla scheda Templates puoi scaricare template open source e progetti dimostrativi (sempre open source) per iniziare più in fretta. Seleziona semplicemente il template o la demo che vuoi, clicca download e quando ha finito di scaricare clicca installa e scegli dove vuoi salvare il progetto.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_03.png

Creare o importare un progetto

Per creare un nuovo progetto, clicca il tasto Nuovo Progetto sulla destra. Dagli un nome, scegli una cartella vuota nel tuo computer per salvarlo e scegli il motore di rendering.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_04.png

Fare clic sul pulsante Sfoglia per aprire il browser dei file di Godot e scegliere una posizione o digitare il percorso della cartella nel campo Percorso del progetto.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_05.png

Quando vedi la spunta verde sulla destra, significa che l’engine rileva una cartella vuota . Puoi anche cliccare il tasto «Crea» di fianco al nome del tuo progetto e una cartella vuota verrà creata con quel nome.

A questo punto puoi scegliere il backend per il rendering (OpenGL ES 3.0 or OpenGL ES 2.0). I vantaggi e gli svantaggi di ognuno sono elencati per aiutarti a scegliere, e puoi fare riferimento a Differences between GLES2 and GLES3 per ulteriori dettagli. Nota che puoi cambiare il backend dalle impostazioni del progetto se cambi idea più avanti. Per questo tutorial entrambi vanno bene.

Una volta fatto premi su Crea & Modifica. Godot creerà il progetto per te e lo aprirà nell’editor.

La prossima volta che aprirai Godot, vedrai il nuovo progetto nella lista. Facci su doppio click per aprirlo nell’editor.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_06.png

Si possono importare progetti esistenti in maniera simile, utilizzando il bottone Importa. Trova la cartella che contiene il progetto o il file project.godot per importarlo e modificarlo.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_08.png

Se il percorso della cartella è corretto vedrai un segno di spunta verde.

../../_images/editor_ui_intro_project_manager_09.png

Una prima occhiata all’editor di Godot

Welcome to Godot! With your project open, you should see the editor’s interface with menus along the top of the interface and docks along the far extremes of the interface on either side of the viewport.

../../_images/editor_ui_intro_editor_interface_overview.png

In alto, da sinistra a destra, sono visibili i menù principali, gli spazi di lavoro, e i bottoni di playtest.

The FileSystem dock is where you’ll manage your project files and assets.

../../_images/editor_ui_intro_dock_filesystem.png

The Scene dock lists the active scene’s content and the Inspector allows for the management of the properties of a scene’s content.

../../_images/editor_ui_intro_dock_inspector.png

Al centro, in alto, si troverà la Toolbar, dove si potranno trovare gli strumenti per muovere, ridimensionare o bloccare gli oggetti nella scena. La Toolbar cambia le sue funzioni quando si passa tra i differenti spazi di lavoro.

../../_images/editor_ui_intro_editor_02_toolbar.png

Il pannello in basso è dedicato al debug, all’editor per le animazioni e il mixer audio…Visto che occupano molto spazio, vengono mantenuti chiusi di default.

../../_images/editor_ui_intro_editor_03_animation_player.png

Gli spazi di lavoro

Nella parte superiore sono visibili quattro pulsanti dell’area di lavoro: 2D, 3D, Script e AssetLib.

You’ll use the 2D workspace for all types of games. In addition to 2D games, the 2D workspace is where you’ll build your interfaces. Press F1 (or Alt + 1 on macOS) to access it.

../../_images/editor_ui_intro_editor_04_2d_workspace.png

In the 3D workspace, you can work with meshes, lights, and design levels for 3D games. Press F2 (or Alt + 2 on macOS) to access it.

../../_images/editor_ui_intro_editor_05_3d_workspace.png

Si noti il tasto [Prospettiva] sotto la barra degli strumenti: apre una lista di opzioni in relazione alla vista 3D.

../../_images/editor_ui_intro_editor_06_3d_workspace.png

Nota

Leggi Introduction to 3D per più dettagli riguardo l’area di lavoro 3D.

The Script workspace is a complete code editor with a debugger, rich auto-completion, and built-in code reference. Press F3 (or Alt + 3 on macOS) to access it, and F4 to search the reference.

../../_images/editor_ui_intro_editor_06_script_workspace_expanded.png

Infine, la AssetLib è una libreria di componenti aggiuntivi, script e risorse gratuiti da utilizzare nei progetti.

Modificare l’interfaccia

L’interfaccia di Godot risiede in un’unica finestra. Non è possibile dividerla in più schermate, anche se è possibile lavorare con un editor di codice esterno come Atom o Visual Studio, per esempio.

Spostare e ridimensionare i pannelli

Fare clic e trascinare sul bordo di qualsiasi pannello per ridimensionarlo orizzontalmente o verticalmente.

../../_images/editor_ui_intro_editor_07.png

Fare clic sull’icona con i tre punti nella parte superiore di qualsiasi dock per modificarne la posizione.

../../_images/editor_ui_intro_editor_08.png

Andare al menu Editor e Editor Settings per ottimizzare l’aspetto dell’editor.